BIOS_Logo

Il cibo come medicina e la dieta dello sportivo

La dieta e quindi una corretta alimentazione sono fondamentali per chi pratica sport. Il mantenimento del perfetto funzionamento delle masse muscolari dipende da che cosa ingeriamo quotidianamente. La dieta dello sportivo deve dunque contenere una serie di alimenti proteici poveri di grassi, come: latte scremato, yogurt, carne magra, pesce, legumi (la soia è particolarmente adatta, ma deve essere bio!). anche per i grassi è necessario evitare eccessi e privilegiare quelli di origine vegetale, come i monoinsaturi dell’olio d’oliva, e gli acidi grassi essenziali del pesce grasso e della frutta secca. Lo sport quindi deve essere associato al cibo.

 

Lo sport non serve per dimagrire, ma…?

Lo sport fa star bene poiché migliora il nostro stato di benessere ed è la nostra funzione primaria. È ovvio che chi pratica sport consuma calorie, quindi ha bisogno di un apporto energetico, per questo motivo entra in questo contesto il cibo. Certo, può aiutare a dimagrire, ma la vera battaglia con l’obesità e il sovrappeso va fatta a tavola dove si combatte per prima la sedentarietà. L’ipomotilità è considerata dall’OMS una delle patologie croniche più importanti da debellare. Ricordiamo che in Italia il 33% dei ragazzi fra i 14 e i 18 anni sono obesi, non in sovrappeso, oltretutto noi italiano deteniamo il record europeo di permanenza di fronte ad un video – sia esso computer, televisore o smartphone – di circa 4 ore al giorno da parte dei ragazzi. Stazionare di fronte alla televisione induce il giovane a sgranocchiare di continuo, sono i cosiddetti fuori pasto, che appunto incontrollati possono portare ad un aumento del peso significativo e pericoloso per la salute.

Quindi cibo come energia e non come veleno

Sì, cibo come energia! Dobbiamo imparare a conoscere la qualità del cibo tanto quanto avere consapevolezza della quantità che ingeriamo. Riprendere l’abitudine di mangiare seduti a tavola per se stessi.

 Che cosa deve mangiare uno sportivo?

L’OMS Organizzazione Mondiale della Sanità, ha considerato la nostra dieta, quella mediterranea, l’ideale per uno sportivo. Tutti sanno che il nostro Paese ne è il Re, quindi è facile per noi seguire questo regime alimentare. La parola d’ordine è mangiare di tutto. Uno sportivo deve solo imparare il come mangiare e quanto mangiare durante la giornata. Per esempio dovrà seguire una dieta dissociata, mangiare carboidrati quando ha bisogno di energia, vera benzina dell’atleta e mangiare le proteina la sera quando il nostro corpo si riposa. È fondamentale idratarsi bene e imparare a frazionare i pasti, alimentarsi almeno 5 volte al giorno.

Esistono alimenti più importanti di altri per uno sportivo?

Diciamo che negli sport di resistenza che possono essere il podismo, il ciclismo, il triatlon, l’atletica leggera, il nuoto e lo sci di fondo si ha bisogno di zuccheri polisaccaridi, quindi pasta, riso e patate, energia pronta, benzina allo stato puro. Per chi pratica gli sport di potenza: il lancio del giavellotto, il sollevamento pesi, salto con l’asta, le proteine sono più indicate. Ribadiamo però un concetto fondamentale, l’atleta serio deve evitare prima di ogni cosa gli abusi: fumo, alcool e cibo spazzatura. Dopo di chè, una dieta equilibrata e sana, lo aiuteranno a stare bene.

I muscoli si tengono giovani con…?

Facendo sport di certo. Non c’è bisogno di fare un’attività sportiva con un impegno cardio-vascolare importante, sarebbero sufficienti delle bellissime passeggiate prolungate, tant’è che la camminata è risultata uno degli sport che fa stare veramente bene. Si può fare tranquillamente a tutte le età e in tutte le stagioni, ed è molto salutare.

Facebook
Twitter
LinkedIn

Richiedi maggiori informazioni oppure prenota una visita